Project Description

La tua struttura turistica può avere visibilità sul web, ma senza foto adeguate ogni sforzo è perduto.

FOTOGRAFO STRUTTURE TURISTICHE

Un buon compromesso tra il web e la definizione delle foto è indispensabile per promuovere la tua struttura turistica attraverso un’operazione mirata e capillare.

Connect
Fotografo strutture turistiche emiliano

La tua struttura turistica può avere visibilità sul web, ma senza foto adeguate ogni sforzo è perduto.

Connect

FOTOGRAFO STRUTTURE TURISTICHE

Un buon compromesso tra il web e la definizione delle foto è indispensabile per promuovere la tua struttura turistica attraverso un’operazione mirata e capillare.

Fotografare strutture turistiche

VIAGGI / TURISMO / FOTOGRAFIA

Il primo elemento visibile che dovrebbe stare in una gallery fotografica è senza dubbio il cosiddetto pezzo forte, ossia la fotografia di interni o esterni che attrae maggiormente, la cosiddetta foto wow che deve catturare l’attenzione di chi guarda.

Molto spesso capita di vedere siti web pessimi con foto molto belle e viceversa. Raramente capita di vedere siti ben fatti con foto altrettanto professionali. La vecchia generazione di albergatori crede erroneamente che in un luogo ad alta densità turistica si vive di rendita di posizione. Un fotografo per strutture turistiche può smontare questa falsa credenza.

Innanzitutto in un luogo ad alta vocazione turistica ci si dovrebbe porre il problema di vincere su una concorrenza che investe sempre di più in foto per strutture turistiche perché in qualche modo c’è sempre qualcuno dietro l’angolo che ha avuto l’intuizione che questi non sono investimenti o costi, ma opportunità recuperabili sulle tasse.

Fotografare strutture turistiche

VIAGGI / TURISMO / FOTOGRAFIA

Il primo elemento visibile che dovrebbe stare in una gallery fotografica è senza dubbio il cosiddetto pezzo forte, ossia la fotografia di interni o esterni che attrae maggiormente, la cosiddetta foto wow che deve catturare l’attenzione di chi guarda.

Molto spesso capita di vedere siti web pessimi con foto molto belle e viceversa. Raramente capita di vedere siti ben fatti con foto altrettanto professionali. La vecchia generazione di albergatori crede erroneamente che in un luogo ad alta densità turistica si vive di rendita di posizione. Un fotografo per strutture turistiche può smontare questa falsa credenza.

Innanzitutto in un luogo ad alta vocazione turistica ci si dovrebbe porre il problema di vincere su una concorrenza che investe sempre di più in foto per strutture turistiche perché in qualche modo c’è sempre qualcuno dietro l’angolo che ha avuto l’intuizione che questi non sono investimenti o costi, ma opportunità recuperabili sulle tasse.

Un confronto prima della fotografia

Dunque da dove cominciare al primo contatto? Certamente un preventivo accurato è possibile solo dopo aver capito l’entità del lavoro. Quanti giorni durerà dipende dalla grandezza della struttura e di cosa si deciderà di fotografare o meno: solo le camere? I bagni? Gli esterni di giorno, all’alba, di notte? Quali attività ludiche si deciderà di fotografare

In genere per una struttura turistica medio grande ci possono volere anche quattro giorni. Allestire una camera per la fotografia non è cosa semplice, anche quando si ha la sensazione che sia cosa facile e poco complicata perché tutto è bello e perfetto. Ciò che funziona dal punto vista umano nella vita reale può non funzionare affatto fotograficamente dunque la fase progettuale è molto importante per capire non solo l’entità del lavoro in termini quantitativi, ma soprattutto il come muoversi.

Dunque si farà una scaletta con oggetti da portare o eventualmente da rimuovere, proprio al fine di avere un’idea generica di come verrà la foto di una camera particolare e di di quando realizzarne gli scatti in relazione a come la luce può girare intorno in un determinato momento della giornata.

Come si può notare dalle foto sopra si è deciso di scattare all’alba e non perché ci andava di svegliarci alle cinque, ma perché al tramonto quell’area non sarebbe mai stata valorizzata dalla luce andando il sole dietro le montagne molto alte, dunque nessun arancione, nessuna bellezza particolare da mostrare illuminata così com’è in queste foto.

Come fotografare strutture turistiche

In esterni come giardini, terrazzo e vedute panoramiche, in relazione all’ora di scatto si può scegliere o meno di usare ottiche grandangolari e soprattutto se usare o meno il cavalletto. Dipende dalla resa che si vuole, dal prodotto finale che si deve consegnare e che riflette anche il compromesso tra il gusto del cliente e l’estro del fotografo. Ebbene la fotografia è un compromesso, che si crea nel rapporto di fiducia che instaura tra le parti in campo. Questo non vuol dire che il fotografo è un mero esecutore degli scatti arbitrari.

Non è escluso che anche dimore storiche abbiano bisogno di foto molto belle in esterni. Quando ho cominciato la mia attività come fotografo a Salerno mi sono state proposte soprattutto dimore storiche con giardini molto belli, dove si è molto puntato alle vedute perché anche la proprietà era piuttosto consapevole di quanto attrae la veduta.

FOTOGRAFARE UN GIARDINO ALL’ALBA

Come si può immaginare lo scatto non è sufficiente a creare un prodotto finale apprezzabile, sia per i limiti (e pregi) della fotografia digitale, sia per le esigenze dei clienti che chiedono ad esempio rimozione di elementi di disturbo in genere. Si possono controllare gli elementi di disturbo con un grandangolo quando si deve fotografare un giardino o peggio un terrazzo pieno di cose che disturbano anche?

L’uso photoshop nella fotografia di interni così come nella fotografia di strutture turistiche è relativo innanzitutto alla rimozione delle distorsioni prospettiche tipiche di ogni grandangolo e poi al miglioramento del contrasto, color e e bilanciamento del bianco. Ma se raramente faccio color grading quando fotografo interni perché c’è bisogno di restituire un resoconto realistico il più delle volte, per gli esterni mi diverto di più in post!

Come si può immaginare lo scatto non è sufficiente a creare un prodotto finale apprezzabile, sia per i limiti (e pregi) della fotografia digitale, sia per le esigenze dei clienti che chiedono ad esempio rimozione di elementi di disturbo in genere. Si possono controllare gli elementi di disturbo con un grandangolo quando si deve fotografare un giardino o peggio un terrazzo pieno di cose che disturbano anche?

L’uso photoshop nella fotografia di interni così come nella fotografia di strutture turistiche è relativo innanzitutto alla rimozione delle distorsioni prospettiche tipiche di ogni grandangolo e poi al miglioramento del contrasto, color e e bilanciamento del bianco. Ma se raramente faccio color grading quando fotografo interni perché c’è bisogno di restituire un resoconto realistico il più delle volte, per gli esterni mi diverto di più in post!

Fotografo strutture turistiche emiliano

Fotografare finestre e facciate

ARCHITETTURA/ DESIGN / TURISMO

Ci sono casi in cui si trovano davvero spunti molto belli per fotografare facciate e finestre che mostrano qualcosa di interessante come una tavola imbandita e il mare alle spalle.

Ci sono però casi in cui mi si chiede di fotografare non propriamente ciò che è bello e interessante. Eventualmente il committente ha visto delle foto in giro che però non calzano perfettamente con ciò che offre la struttura.

Scrivici

FOTOGRAFARE RIFLESSI

Nel caso in cui non è bello far vedere ciò che c’è oltre la finestra ci può essere però la possibilità di fotografare il riflesso di ciò che si vede alle spalle e dunque il compromesso è trovato.

Ho imparato che non si può dire no a priori a chi ti commissiona un lavoro, In effetti ci si può anche trovare di fronte a chi contribuisce a a dare ottime idee e spunti che diversamente non si sarebbero considerati.

Vuoi crescere con noi?
Emiliano Russo fotografo strutture turistiche 1

Il blu è banale, ma ne siamo certi?

Di certo non sono scontati i punti di vista, le linee e soprattutto non è come detto scontato l’uso del grandangolo e nemmeno la post produzione che c’è ma non si vede per mitigare i colori. Dunque, parliamone…eh si perché le foto estive anni 2000 del tutto out of fashion negli anni 10 potrebbero tornare prepotentemente negli anni 20, magari meglio se depurate di eccessi, ma di sicuro molti turisti sono attratti dal blu e dalla luce.

Scopri di più

Foto in pieno giorno?

Si, ma meglio se con il sole radente e in pieno inverno. Scattare in pieno inverno in un giorno di sole è la cosa migliore per avere più tridimensionalità e luce negli spazi esterni, che diversamente apparirebbero piatti e omologati.

NUOVI LAVORI DI FOTOGRAFIA INTERNI COMPLETI!